forex trading logo
Tot. visite contenuti : 262531

Home
Da Biella Festival a "Nuovo Hotel '900" PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 15 Marzo 2012 07:55

Manuela Tamietti, conduttrice delle ultime due edizioni di Biella Festival al teatro Sociale "Villani" di Biella e Simona Colonna, cantautrice vincitrice dell'ultima edizione della rassegna dedicata alla canzone d'autore indipendente con il brano "Masca vola via", nei giorni scorsi sono state le applaudite protagoniste dello spettacolo "Nuovo Hotel '900", una rappresentazione teatrale fatta di musica, poesia, riflessioni e quadri d'autore su tematiche come il tempo, l'amore, la musica, il buio....La sinergia tra le due protagoniste, giunte da luoghi ed esperienze profondamente diverse (Manuela Tamietti è attrice teatrale e regista, ha lavorato con Guido Ceronetti, fa la doppiatrice per la Rai; Simona Colonna è una violoncellista che ha suonato con grandi orchestre in tutto il mondo e sta preparando il primo cd tutto realizzato con canzoni scritte da lei, tra le quali "Masca vola via" per l'etichetta "Musica Made in Biella" di Biella Festival) rappresenta un dato delle potenzialità di Biella Festival al di là dell'ambito prettamante cantautorale. Il palcoscenico del teatro "Villani" diventa in questi frangenti un luogo d'incontro per i talenti che possono poi decidere di affrontare un tratto di percorso artistico insieme. Appunto come accaduto a Manuela e Simona.

 
Cathryn Green, ricordando Biella Festival PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 29 Febbraio 2012 17:56

Cathryn Green in "live" dal teatro Sociale "Villani" di Biella canta il brano "Tutto intorno è ombra" con l'autrice e prima interprete, Elyssa, terza classificata a Biella Festival 2010

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 16 Marzo 2012 08:42
 
Come vincere al Biella Festival (o tentare di farlo) PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 12 Febbraio 2012 20:45


 

Parte prima – La commissione selezionatrice ed il materiale da spedire.

Nel corso di questi tredici anni di Biella Festival, abbiamo spesso dato consigli, informazioni e suggerimenti a molti degli artisti che si sono succeduti sul nostro palcoscenico. Purtroppo ad altri, molti altri – alla maggioranza, in realtà – non abbiamo avuto il modo nè il tempo materiale di parlare, di spiegare. Spesso ci siamo limitati tra di noi a dirci “Peccato, questo interprete meritava... se solo avesse...”. Ecco, ora vorremmo raccontarvi – in toni semiseri – qualcosa di noi, la “misteriosa” commissione selezionatrice: chi siamo, come ragioniamo, con quali criteri valutiamo più o meno positivamente chi ci sottopone il suo lavoro. Lavoro per il quale abbiamo, dal primo all’ultimo partecipante, il massimo rispetto.

 

Leggi tutto...
 
Così la Regione sbatte la porta in faccia alle Associazioni PDF Stampa E-mail
Scritto da Giorgio Pezzana   
Giovedì 09 Febbraio 2012 18:16

“...E poi basta con i contributi a pioggia, che non sono neppure oggettivi, ma avanti con interventi da parte della Regione solo per i grandi restauri e la ricerca di nuovi strumenti finanziari...”. Con queste battute il governatore della Regione Piemonte, Roberto Cota, ha presentato nei giorni scorsi la “card” della cultura, uno strumento per ora circoscritto ai soli dipendenti regionali e poi si vedrà. Ma, soprattutto, con queste battute ha di fatto sbattuto la porta in faccia a tutte quelle associazioni senza fini di lucro che da decenni sono la vera linfa creativa che alimenta il dinamismo culturale di ogni comunità. Che i contributi a pioggia non siano oggettivi lo sapevamo e ce ne siamo accorti ancor di più allorquando è esploso lo scandalo “Grinzane Cavour”, per il quale ora rischiano di pagare il conto tutte quelle realtà oneste ed attive che da decenni operano in Piemonte e danno lustro al territorio piemontese in tutt’Italia. Ma i soldi, tanti, tantissimi soldi, al “Grinzane Cavour” li ha dati proprio quella Regione che ora tuona contro i contributi a pioggia. Avremmo preferito, una volta tanto, sentire dire che non si daranno più contributi a pioggia, ma ci si avvarrà di criteri di qualità e merito. Quelli che non sono mai stati applicati e che sono all’origine di progressivi affanni. Del resto “la discriminante principale sono i numeri” ha dichiaratio recentemente Virginia Tiraboschi, direttore dell’assessorato regionale alla Cultura ad un allibito collega che ha commentato “...non ho capito subito, e lei paziente mi ha spiegato che si devono privilegiare le iniziative che richiamano più pubblico. Ho obiettato che, con quel criterio, Franco e Ciccio avrebbero fatto aggio su Buñuel. Lei mi ha guardato con la faccia un po’ stupita, non so se per la parola «aggio», o per il concetto in sé e per sé....”. Da qui alle dichiarazioni di Cota il passo è breve.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 22 Febbraio 2012 07:58
 
« InizioPrec.4142434445464748Succ.Fine »

Chi è online

 16 visitatori online

BIella Festival Partners

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

feed-image Feed Entries

Ultime notizie

I più letti


Powered by Joomla!. Designed by: business web hosting idv.tw domain Valid XHTML and CSS.